© 2023 by The Book Lover. Proudly created with Wix.com

  • Facebook B&W

Stefano Vitale, Inediti

* C’era chi voleva fondare città e chi salpare per terre lontane. Ora, nel livido enigma del presente c’è chi baratta con gli spettri un misero secchio di carbone in cambio di pochi vetrini colorati. * Poveri strumenti di congiunzione tra qui e l’altrove sono i versi che piccoli errori di distrazione possono uccidere senza clamore, talvolta la salvezza sta nel trattenersi maschera che cela persino il dolore, ma quel che servirebbe è un po’ di prospettiva, rigore e solida memoria. Ma in tasca abbiamo un indirizzo sbagliato scritto su un foglietto sgualcito. * Bucce di mele e ossa di pollo avanzi nel piatto dei giorni trafitti dal sogno d’essere altro. Resta il tarlo che punge la carne e rode